Crea sito

Tre ingegneri con doppio titolo di laurea magistrale italo-slovacco

Reading Time: 2 minutes

Rosalia Biondi, Chiara Lauria e Federico Fazio hanno ricevuto la pergamena dal rettore Francesco Priolo e dal rettore dell’Università di Zilina Jozef Jandačka

Nella foto in allegato i tre laureati insieme con i rettori e le delegazioni delle due università

Rosalia Biondi, Chiara Lauria e Federico Fazio sono i primi tre studenti catanesi a conseguire il doppio titolo della laurea magistrale in Electrical Engineering conferito dalle Università di Catania e Zilina, ateneo della Repubblica Slovacca.
Il doppio titolo tra le lauree magistrali in Electrical Engineering delle due istituzioni è stato attivato nel 2016 grazie all’accordo tra i due atenei che ha stabilito il percorso di studi ‘Double Degree in Electrical Engineering’. Un accordo avviato nell’anno accademico 2018-19 e che ha visto gli studenti laurearsi nei giorni scorsi nei due atenei (il 30 aprile a Catania e il 3 giugno a Zilina).<br>Stamattina, nell’aula magna del Palazzo centrale dell’Università di Catania, si è svolta la cerimonia di consegna delle pergamene conferite dai due atenei da parte dei rettori Francesco Priolo e Jozef Jandačka.
Presenti alla cerimonia, per l’ateneo di Catania, la prorettrice Vania Patanè, la delegata all’Internazionalizzazione per l’area tecnico-scientifica Lucia Zappalà, il direttore del Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e Informatica Giovanni Muscato, e il prof. Mario Cacciato, Coordinator of the Master Degree Course in Electrical Engineering.
A comporre la delegazione dell’Università di Zilina il rettore Jozef Jandačka, il vice-rettore per Scienza e Ricerca ing. Pavol Rafajdus e il preside della Facoltà di Elettrotecnica e Informatica dell’Università di Zilina prof. Pavol Špánik.
«Oggi è un giorno di festa per gli atenei di Catania e di Zilina che vedono i propri studenti raggiungere un traguardo importante a conferma dei rapporti di collaborazione di oltre 30 anni tra le due università – ha spiegato il rettore Francesco Priolo -. Una collaborazione che proseguirà in futuro e che sarà rafforzata puntando anche alla mobilità dei docenti e studenti nel campo della ricerca e della didattica».
Parole riprese anche dal rettore dell’Università di Zilina, Jozef Jandačka, che ha sottolineato «l’importanza di questo accordo e degli altri programmi internazionali per la crescita dei nostri studenti». «L’ateneo ha siglato accordi di cooperazione bilaterale con più di 150 partner esteri ed è tra le università di maggior successo all’interno del Programma Erasmus, sia per numero di personale distaccato che per numero di studenti» ha aggiunto.
«La collaborazione tra i due atenei è stata avviata nei primi anni ‘90 tra i gruppi di Macchine Elettriche diretti dai docenti Alfio Consoli dell’Università di Catania e Valeria Hrabovcova dell’Università di Zilina – ha spiegato il prof. Mario Cacciato -. Nel corso di questi anni i rapporti sono stati consolidati anche con un importante potenziamento in campo scientifico e con continui scambi di studiosi tra le due università così come testimoniato da numerose pubblicazioni in convegni e riviste scientifiche internazionali».
Un contributo particolare per il raggiungimento di questo traguardo è stato fornito, negli anni, oltre che dai docenti Cacciato e Spanik, anche da Calogero Cavallaro, Angelo Raciti, Giuseppe Scarcella, Giacomo Scelba, Branislav Dobrucky, Pavol Rafajdus e Peter Hockicko oltre al prof. Michal Frivaldsky, direttore del Dipartimento di Elettronica e Meccatronica dell’Università di Zilina.