Crea sito

Caltagirone: quasi 5 milioni di euro assegnati per 8 cantieri

Reading Time: 2 minutes

L’Amministrazione: “Ora la progettazione esecutiva. Con questi lavori si risolveranno annose problematiche e si darà ossigeno all’edilizia”

Arrivata al Comune di Caltagirone la prima tranche, pari a 967.800 euro – della pioggia di finanziamenti destinata al municipio calatino (quasi 5 milioni di euro) grazie al decreto con cui, lo scorso gennaio, il ministero dell’Interno ha accolto nella loro totalità le istanze del Comune di Caltagirone per beneficare dei contributi per investimenti finalizzati alla messa in sicurezza di edifici pubblici e del territorio, previsti dalla legge di bilancio 2018 (850 milioni in tre anni) a favore dei Comuni italiani che, come quello calatino, siano usciti positivamente dalle condizioni di dissesto finanziario. Le risorse arrivate consentono al Comune, come si sottolinea dall’assessorato ai Lavori pubblici, di avviare immediatamente le procedure per la progettazione esecutiva degli interventi.

I progetti preliminari finanziati (in tutto otto, vale a dire un terzo di tutti quelli finanziati i Sicilia), elaborati dall’Ufficio tecnico, sono quelli per: 1) Lavori di messa in sicurezza e consolidamento della scarpata Poggio Fanales da rischio idrogeologico, a tutela delle aree abitate (importo 937.000,00); 2) Lavori di messa in sicurezza e ripristino delle strutture e infrastrutture del Giardino pubblico da rischio idrogeologico (767.000,00); 3) Lavori di messa in sicurezza del territorio da rischio idrogeologico sul pendio Semini – Bardella a rischio di frana (920.000,00); 4) Lavori di messa in sicurezza e ripristino delle strutture e infrastrutture dell’area compresa fra le località San Francischiello – Barbadoro – Piano San Paolo da rischio idrogeologico (743.000,00); 5) Lavori di messa in sicurezza e consolidamento della scarpata in località Paradiso per prevenzione da rischio idrogeologico (914.000,00); 6) Lavori di messa in sicurezza e consolidamento del pendio in località Croce San Giacomo – Signore del Soccorso per prevenzione da rischio idrogeologico (156.000,00); 7) Lavori di messa in sicurezza e consolidamento della scarpata in località Poggio San Francesco per prevenzione da rischio idrogeologico (180.000,00); 8) Lavori di messa in sicurezza e consolidamento della scarpata in località Acquanuova per la prevenzione da rischio idrogeologico (222.000,00).

“Queste prime, consistenti somme – dichiara il sindaco Gino Ioppolo – ci permettono di correre per giungere, con la necessaria tempestività, all’affidamento e al conseguente inizio dei lavori. Con gli interventi in questione potremo risolvere problematiche annose e assai sentite, che riguardano diverse aree e quartieri, e ridare fiato al settore dei lavori pubblici e dell’edilizia, con ricadute positive sulle piccole e medie imprese e sulle maestranze locali. Tutto ciò è il frutto della celerità con cui siamo riusciti a tirare fuori il Comune dalle condizioni di dissesto in cui si trovava e di un’ancora una volta comprovata capacità di intercettare risorse finanziarie dall’esterno”.

“Si tratta – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Francesco Caristia – di un passo significativo verso l’inizio di ben otto interventi di consolidamento e risanamento idrogeologico, che dimostrano concreta attenzione al territorio e comporteranno l’apertura di altrettanti cantieri, utili sotto molteplici aspetti, compreso quello occupazionale”. Il presidente Massimo Alparone evidenzia “l’utilità di risorse e interventi così consistenti per la difesa del territorio” e si dice “certo” della collaborazione che il Consiglio comunale “non farà mancare”.