Crea sito

Siracusa in festa per S. Lucia

Reading Time: 2 minutes

Oggi venerdì 13 dicembre, nel giorno più corto dell’anno, ricorre la festa liturgica di Santa Lucia, una delle figure più care alla devozione cristiana. Questa ricorrenza è molto sentita in Sicilia, in particolare nella città di Siracusa, dove Lucia è nata e vissuta, ed è pure la Patrona. L’evento ha la durata di una settimana, ed è preceduto da una “tredicina” di preghiera che si svolge nella cattedrale di Siracusa, dove all’interno in una cappella apposita, viene custodito il simulacro argenteo della Santa. Ieri mattina, alle ore 11:30, vi è stato il  trasferimento del simulacro dalla piccola nicchia interna alla Cappella di Santa Lucia, fino all’altare maggiore della Cattedrale, questo ha dato inizio ai festeggiamenti. Lo sparo di 13 colpi a salve, questa mattina ha dato il via ai riti in onore di S. Lucia. Alle 10:15 ha avuto luogo la solenne celebrazione, presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti. Nel pomeriggio intorno alle 15:30, si assisterà alla processione delle reliquie e del simulacro, dalla Cattedrale di piazza Duomo alla Basilica di S. Lucia al Sepolcro. Il simulacro solitamente viene portato a spalla da 48 devoti, i cosiddetti “berretti verdi”. Inoltre esso è preceduto da donne, le quali portano a spalla le reliquie e anche ceri votivi, che vengono accesi in segno di devozione. Inoltre all’uscita del simulacro, il coro degli studenti degli istituti comprensivi siracusani canterà in onore della Patrona. Mentre Sabato 14 dicembre, alle 16:00 presso il Santuario di S. Lucia seguirà la benedizione e l’affidamento di tutti i bambini alla Vergine Martire. Da mezzanotte in poi, invece ci sarà l’adorazione notturna. Infine, nel giorno dell’Ottava cioè il 20 dicembre alle ore 11:00, si terrà  la concelebrazione presieduta da mons. Salvatore Pappalardo. Verso le 16:00 è prevista  la partenza della processione di rientro, che riporterà il simulacro della patrona siracusana in Cattedrale, in Ortigia. Qui la Santa verrà di nuovo chiusa nell’apposita cappella. Quest’ultimo è un momento davvero commovente, pieno di nostalgia per i fedeli siracusani, i quali dovranno attendere altri 5 mesi per rivederla. La serata si concluderà, con lo spettacolo pirotecnico che avverrà sul ponte Umbertino.