Ragusa: La Regione Siciliana ha deciso di finanziare un progetto del Comune che prevede la riqualificazione di un tratto del Lungomare Andrea Doria

Reading Time: 2 minutes

Duemilionisettecentocinquantamila euro dalla Regione Siciliana al Comune di Ragusa per la realizzazione del progetto di riqualificazione di un tratto del Lungomare Andrea Doria. Lo stanziamento è stato deciso dal Governo Musumeci, su proposta dell’assessore all’energia Alberto Pierobon, utilizzando gli introiti versati nel tempo dalle aziende titolari di concessioni minerarie per la coltivazione di idrocarburi nell’Isola.

“Il lungomare Andrea Doria, nel tratto che da Piazza Duca degli Abruzzi arriva a Piazza Malta, sarà interamente riqualificato. La Regione Siciliana – afferma il sindaco Peppe Cassì – finanzierà il progetto da 2.750.000 euro con le royalties petrolifere di propria competenza. Con questo intervento si supererà la netta distinzione tra il Lungomare Doria nel suo stato attuale ed il Lungomare Mediterraneo che si allunga verso il Porto turistico, realizzando ampi spazi di socialità e migliorando l’accessibilità alla rotonda e alle spiagge. Già lo scorso agosto, non appena avuta dal Dipartimento energia anticipazione del finanziamento, abbiamo avviato gli atti propedeutici della procedura di affidamento dell’incarico di esecuzione dei lavori. Con la delibera di Giunta regionale dei giorni scorsi possiamo completarla. Faremo il possibile per evitare che i lavori impattano sulla prossima stagione estiva. Con quest’opera, il recupero dell’impianto sportivo di via delle Sirene, la nuova pista ciclabile da piazza a Malta alla riserva, il nuovo sistema di parcheggi (tra cui quello riqualificato di piazza Rabito), Marina di Ragusa si appresta a cambiare il proprio volto ed a migliorare ancora la fruibilità di residenti e turisti. “Si tratta di un progetto di assoluta rilevanza per Marina di Ragusa – aggiunge

l’assessore ai lavori pubblici Gianni Giuffrida – perché mantiene il carattere storico dell’attuale lungomare ma lo rende più vivibile e fruibile. Se da una parte avremo il rifacimento del muretto-sedile lato mare con un rivestimento in pietra di Comiso e una ringhiera-spalliera in acciaio inox, dall’altra vedremo la rigenerazione dell’intero lungomare in un’area prettamente pedonale più ampia, con l’innalzamento della sede stradale al livello dei marciapiedi e una ripavimentazione in lastre di pietra lavica e pietra calcarea. Sarà realizzata una gradinata per l’accesso al mare in corrispondenza dell’ex stabilimento balneare “La Rotonda” e saranno collocati alberi di “Cocos plumosa”, unica specie palmizia non aggredita dal punteruolo rosso, alti 7.5 m. La riqualificazione prevede inoltre il rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione, la realizzazione di impianto di irrigazione con cisterna interrata, di un impianto di videosorveglianza e di una rampa per consentire l’accesso all’arenile alle persone con disabilità. Ci prepariamo quindi a dare nuova luce a un’area che sta molto a cuore a tutti i ragusani”.