Crea sito

Jeisy: esce il 21 maggio il suo singolo intitolato “Smeraldo”

Reading Time: 4 minutes

JEISY, pseudonimo di Jenny Condorelli, è una giovane cantautrice rapper italiana. Ama scrivere poesie che danno poi forma ai suoi brani. Jeisy si definisce una persona tenace e fiduciosa nel futuro. Il suo motto di vita è “Never Back Down”, ossia “mai arrendersi”. 

Un brano intrigante ed una musicalità che entra subito in testa fin dal primo ascolto; “Smeraldo” è un brano caratterizzato dalla voce melodiosa di Jenny, in arte Jeisy, che ci racconta di come uno sguardo di due persone, che si trovano in un luogo immerso nella natura, possa essere inteso come qualcosa di molto profondo. Il videoclip, che uscirà tra qualche settimana, è stato girato nella biblioteca comunale “G.B. Nicolosi” di Paternò ed il b&b di piazza Armando Diaz, sempre a Paternò. Il singolo è prodotto e promosso dall’Associazione “Musica&Movimento”, con sede a Paternò.  

«Questo singolo – ci rivela la giovane cantante – parla dello sguardo di due persone, anzi della magia, dell’attimo in cui si guardano due persone mentre sono immerse in un paesaggio naturale. In questo scenario sono gli occhi a parlare, ad essere pieni di emozioni. Ho composto questo singolo partendo dalla base musicale e poi ho costruito il testo. Solitamente non faccio così ma viceversa, cioè prima parto dal testo e poi adatto la musica. In questo singolo c’è un mio modo di essere, infatti cerco di guardare una cosa a fondo, nel dettaglio e non mi accontento di vedere in modo superficiale ciò che mi circonda». 

La giovane artista ci parla anche un po’ di se stessa. «Sono una ragazza che non si arrende mai. Cerco di essere tenace nei miei obiettivi e sono anche un po’ testarda». Questo suo modo di essere è espresso anche dal tatuaggio nel braccio “Never Back Down”, ossia non arrendersi, non mollare mai, ed «è ripreso – ci racconta Jeisy – dall’omonimo film del 2008, che mi ha colpita moltissimo».   

Già da giovanissima si è avvicinata al mondo della musica, «Ho sempre amato l’arte del canto. Ho iniziato a scrivere testi a 12 anni ed ascoltavo i cantanti della musica italiana, soprattutto Elisa, e nutrivo una forte ammirazione per il rapper Emis Killa. Ho iniziato questo mio percorso musicale con l’accademia musicale Lyzard, ma non ho completato gli studi per problemi derivanti dal coronavirus. Adesso scrivo quelli che definisco i miei “labirinti enigmatici”, cioè una musica particolare con molte parole chiave ed una musica il cui senso si deve ricercare. Scrivo soprattutto la notte quando mi rilasso oppure quando trascorro dei momenti più difficili. In questi momenti riesco a riempire quaderni e quaderni di testi. Ci sono sere in cui scrivo anche due o tre canzoni, altre sere invece in cui non mi viene nulla in mente e aspetto l’ispirazione».  

Alla domanda “se potessi trascorrere un giorno con un’artista chi sceglieresti?” ha risposto «certamente Emis Killa, ma mi piacerebbe anche Annalisa, perché la vedo molto determinata ed intraprendente». 

Prima di concludere Jeisy ha voluto dare un consiglio a tanti altri giovani che vorrebbero lanciarsi nel mondo della musica. «Quando nasce questo amore per la musica è bene portarlo avanti. Non bisogna frenare mai con la musica, bisogna portarla avanti, bisogna essere costanti e tenaci. È bene iniziare e non fermarsi. Le batture d’arresto possono capitare ma non devono portare ad abbattersi, ma a migliorarsi e a crescere. Bisogna partire iniziando a scrivere e solo così si potrà raggiunge la meta. Io cercherò di coltivare sempre questa mia passione per la musica. A volte capitava di chiedermi perché proprio a me questo sogno così irraggiungibile, quasi come fosse una condanna, invece la musica è un dono, un dono che una persona ha e che bisogna coltivare sempre». 

BIOGRAFIA  

Classe 1996, Jenny Condorelli, in arte JEISY, è una giovane cantautrice rapper italiana. Già dall’età di 12 anni forma il suo gusto musicale ascoltando diversi cantanti della scena musicale italiana ma nutre una grande ammirazione in particolare per il rapper Emis Killa. In questi anni inizia a prendere lezioni di hip-hop e balli latini. Frequentando il Liceo arrivano anche le prime esibizioni ai vari spettacoli organizzati a scuola, cosi le sue rime diventano brani da fare ascoltare ai suoi amici. Con il passare degli anni scrivere diventa una passione che l’accompagna nei due anni trascorsi ad Amsterdam, esperienza che caratterizzerà aspetti del suo stile. Tornata nella sua città natale alle pendici dell’Etna inizia a studiare all’accademia musicale Lyzard, ed inizia i suoi studi in criminologia affiancando lo studio alla sua grande passione per la musica. Ama scrivere poesie che danno poi forma ai suoi brani, con testi introspettivi, con una visione ottimistica della vita. La sua scrittura enigmatica cattura chi ascolta i suoi brani. Jeisy si definisce una persona tenace e fiduciosa nel futuro, pensiero espresso anche attraverso il tatuaggio che ha sul braccio “Never Back Down”, ossia “mai arrendersi”.