Crea sito

Continua il week end lungo di vaccinazioni senza prenotazione. Nuovi percorsi all’Hub di Catania

Reading Time: 3 minutes

Fino a domenica 25 aprile tutti i cittadini dai 60 anni in su (nati nel 1961), possono recarsi negli Hub di riferimento della Regione per vaccinarsi, anche senza prenotazione.
Cambia l’organizzazione dei percorsi all’Hub vaccinale di Catania: create tre diverse corsie di accesso alla vaccinazione e un Punto vaccinazione drive in per utenti fragili o che non possono deambulare.

Fino a domenica 25 aprile ritorna il week end di vaccinazioni voluto dal Presidente della Regione Siciliana.

Negli Hub e Centri di riferimento della Regione sarà possibile vaccinarsi – con il siero AstraZeneca – per gli ultrasessantenni (persone tra 60-79 anni, che non presentano fragilità) anche senza prenotazione.

In provincia di Catania sono pertanto previste vaccinazioni straordinarie, senza prenotazione:

– dalle ore 8.00 alle ore 20.00, presso l’Hub di Catania (Ex mercato Ortofrutticolo, in Via Forcile);

– dalle ore 8.00 alle ore 20.00, presso i Punti di Vaccinazione Territoriali (PVT) di:

Acireale, in Via Martinez, 19

Adrano, in Piazza Sant’Agostino

Belpasso, in Via Nino Martoglio, 11

Caltagirone, in Via Circonvallazione, 112 (Hospice)

Linguaglossa, in Piazza San Rocco, 42

Mascalucia, in Via di San Michele (Massannunziata)

Randazzo, in Via Ospedale, 2

Scordia, in Via Luigi Capuana, 12.

Presso l’Hub di Catania, secondo le disposizioni regionali, tale attività sarà destinata all’intera platea dei soggetti over 60, indipendentemente dalla tipologia di vaccino alla quale si ha diritto. Continuano le vaccinazioni anche per i soggetti fragili under 60 regolarmente prenotati.

NUOVI PERCORSI ALL’HUB DI CATANIA

Per rendere più agevoli le procedure e ridurre le attese, cambia anche l’organizzazione dei percorsi all’Hub vaccinale di Catania. In conformità alle disposizioni firmate dal Presidente della Regione nella qualità di Assessore regionale della Salute, impartite per tutti gli Hub vaccinali dell’Isola, anche all’Hub di San Giuseppe La Rena sono state create tre diverse corsie di accesso alla vaccinazione.

In particolare:

– una corsia sarà dedicata agli utenti prenotati – “Line prenotati” -, aventi diritto, che hanno eseguito regolare prenotazione tramite il portale dedicato:

– una seconda corsia, definita “Open line”, rivolta a soggetti over 60 (nati nel 1961) non prenotati;

– una terza corsia, detta “Line anamnesi” (medici di base), per i soggetti, aventi diritto, già muniti di anamnesi precompilata dal proprio medico di medicina generale.

Corsia preferenziale per gli over 80. I cittadini d’età pari o superiore a 80 anni potranno infatti accedere, indifferentemente, alle tre corsie (linea preferenziale over 80), senza alcun vincolo di prenotazione al fine di facilitarne l’accesso e quindi ridurre al minimo i tempi di attesa.

All’Hub di Catania è stato, inoltre, realizzato un Punto vaccinazione drive in, esterno, per utenti fragili o che hanno difficoltà a deambulare.

Nel pomeriggio di ieri il direttore generale dell’Asp di Catania, il commissario per l’emergenza Covid per l’area metropolitana e il direttore del Dipartimento di Prevenzione hanno effettuato un sopralluogo con il responsabile dell’Hub per verificare i nuovi percorsi.

Le vaccinazioni in questione sono riservate ai residenti nella Regione e a coloro i quali vi sono domiciliati per motivi di lavoro, di assistenza familiare o per qualunque altro giustificato motivo che imponga una presenza continuativa nel territorio regionale, così come previsto dall’Ordinanza n. 3 del 29 marzo 2021 del Commissario per l’emergenza Covid-19.

NUOVE INDICAZIONI PER LE VACCINAZIONI A DOMICILIO

Nuove indicazioni operative, dalla Regione, anche per le vaccinazioni domiciliari.

Al fine di ottimizzare l’attività vaccinale domiciliare per i soggetti vulnerabili o affetti da disabilità grave, saranno vaccinati contestualmente, presso il domicilio del soggetto avente diritto, anche i familiari conviventi o il caregiver. Per questi ultimi, se d’età compresa fra il 60 e 79 anni, è indicato, prevalentemente, l’utilizzo del vaccino Vaxzevria.