Crea sito

Caltagirone: workshop “Il patrimonio olivicolo, la biodiversità e la rinascita delle zone interne, criticità e punti di forza”

Reading Time: 2 minutes

“Il patrimonio olivicolo, la biodiversità e la rinascita delle zone interne: criticità e punti di forza” è il tema del workshop organizzato dalla Sopat n. 47 dell’Esa (Ente sviluppo agricolo). di Valguarnera, che si terrà venerdì 6 marzo, alle 17, nel salone “Silvio Milazzo” del palazzo municipale, a Caltagirone.

L’appuntamento nasce nell’ambito delle iniziative legate all’annuale concorso regionale “Morgantìnon” degli oli extravergine d’oliva edizione 2020, la cui premiazione si svolgerà ad Aidone nel prossimo mese di aprile. Trova la collaborazione del Libero Consorzio Comunale di Enna, di Vini e Oli di Sicilia, di Istituto Regionale Vini ed Oli di Sicilia, Città di Caltagirone e Camera di Commercio Sud Est di Catania.

I lavori saranno aperti con i saluti di Antonino Cosimo D’Amico, commissario ad acta dell’Esa, di Gino Ioppolo, sindaco di Caltagirone, di Calogero Giancona, tecnico progetto Ue miglioramento qualità oli e di Pietro Agen, presidente Camera di Commercio Sud-Est Sicilia.

Seguiranno l’introduzione del consigliere di amministrazione dell’Esa Giosuè Catania (che sarà anche il moderatore) e diversi interventi. I vari aspetti delle tematiche legate al patrimonio olivicolo siciliano, alla biodiversità e alla rinascita delle zone interne saranno trattati da: Gaetano Chinnici, ricercatore di Economia ed Estimo rurale presso l’Università degli Studi di Catania; Nino Sutera, direttore dell’azienda sperimentale Campo Carboj dell’Esa; Michele Riccobono, dirigente dell’Istituto regionale del Vino e dell’Olio; Francesco Caristia assessore allo sviluppo economico del Comune di Caltagirone; Carmelo Nicotra, direttore della Stazione consorziale sperimentale di Granicoltura per la Sicilia di Caltagirone; Michele Assenza, dirigente dei Servizi allo Sviluppo dell’Esa; Dario D’Angelo, responsabile Sopat 47 di Valguarnera dell’Esa, e da Calogero Sardo, consigliere di amministrazione dell’Esa. Alle 19,30 è previsto l’inizio del dibattito. Poi le conclusioni.