Crea sito

Caltagirone: una corona di fiori in memoria dei defunti e doni ai bambini degli istituti per minori. E per Pasqua e Pasquetta si ribadisce il divieto di gite fuori porta e di spostamenti nelle cosiddette seconde case

Reading Time: < 1 minute

Su iniziativa dell’Amministrazione comunale, la mattina di domani 12 aprile, giornata di Pasqua, sarà collocata una corona di fiori nel cancello centrale del cimitero. “Si tratta – si sottolinea dalla Giunta municipale – di un pensiero per coloro che non ci sono più, compiuto interpretando la volontà dei tanti cittadini che, in occasione delle festività pasquali, sono soliti recarsi personalmente al camposanto per rendere omaggio ai defunti e che, in questa circostanza, sono impossibilitati a farlo per via delle restrizioni anti-Coronavirus”.

Intanto personale della Protezione civile comunale, con il Gruppo comunale, la Croce rossa e le associazioni Astra, Attiviamoci, I Bimbi di Valentina e Unitalsi, ha consegnato stamani, nelle comunità per minori degli istituti San Giuseppe, Sant’Antonio e dell’associazione Il Favo, uova e colombe pasquali. Inoltre, nel corso di un sobrio scambio di auguri avvenuto all’interno dell’autoparco comunale, il vicesindaco Sabrina Mancuso ha ringraziato i rappresentanti delle stesse associazioni e delle altre (Caschi blu, Anppe e Guardie ippico – venatorie) che, in queste settimane di emergenza, stanno dando il proprio contributo operoso alla comunità.

Infine, il sindaco Gino Ioppolo ribadisce “il divieto di gite fuori porta, di spostamenti nelle cosiddette seconde case e verso i luoghi di villeggiatura”, ricordando che a Pasqua e a Pasquetta, per prevenire assembramenti che potrebbero favorire la diffusione del virus, la città sarà “blindata” con 15 posti fissi di controllo in cui si alterneranno un centinaio fra poliziotti, carabinieri, finanzieri e vigili urbani.