Biancavilla: allarme covid, 163 positivi (+58)

Reading Time: < 1 minute

Il sindaco chiede alla Regione decisioni urgenti. Secondo il nuovo DPCM potrebbe scattare la “zona rossa”

Il dato aggiornato dei positivi nella città di Biancavilla – 163 rispetto ai 105 del precedente bollettino – preoccupa l’amministrazione comunale che ha subito informato il presidente della Regione Siciliana e l’assessore regionale alla Salute e il Commissario Covid dell’Asp etnea. Sulla base del nuovo Dpcm potrebbe anche scattare la ‘zona rossa’. 

“Il considerevole aumento – si legge nella nota inviata – delinea un quadro diffusivo di notevole entità per il quale necessita l’adozione di provvedimenti urgenti, immediati e opportunamente adeguati al contenimento e alla tutela della salute pubblica”.

Il sindaco Antonio Bonanno chiede alle autorità regionali di valutare anche la sospensione delle attività didattiche in presenza. 

“Il balzo in avanti di ben 58 unità – spiega il sindaco – non ci fa stare sereni. Ci aspettiamo che la Regione assuma in tempi brevi le decisioni opportune, tra le quali rientra la chiusura delle scuole”. 

Un campanello d’allarme, come si ricorderà, è suonato nei due giorni di screening effettuati sabato 6 e domenica 7 marzo: ai test rapidi sono risultati 50 positivi, 33 dei quali sono cittadini biancavillesi. Con questi dati, evidentemente confermati dai tamponi molecolari, è stato sforato il parametro indicato dall’ultimo Dpcm. E’ quello che riguarda l’incidenza cumulativa settimanale superiore a 250 casi per 100 mila abitanti.