Crea sito

25 aprile: Festa della Liberazione

Reading Time: < 1 minute
Come oggi, nel 1945, i soldati nazisti e fascisti si ritirarono da Torino e Milano, anche se la guerra continuò ancora per un po’

Il 25 aprile, come ogni anno, in Italia si celebra la festa della Liberazione dal nazifascismo, avvenuta nel 1945. Tale data, presa come simbolo dato che l’occupazione tedesca e fascista non finì in un solo giorno, coincise con l’inizio della ritirata da parte dei soldati della Germania nazista e di quelli fascisti da Torino e Milano, dopo che la popolazione si era ribellata e i partigiani avevano organizzato un piano coordinato per riprendere il controllo delle città.

Fu il governo italiano provvisorio, il 22 aprile del 1946, a stabilire con apposito decreto, che il 25 aprile dovesse essere “festa nazionale”. Da allora, il 25 aprile è un giorno festivo. La ricorrenza venne celebrata anche negli anni successivi, ma solo il 27 maggio 1949, con la legge 260 (“Disposizioni in materia di ricorrenze festive”), essa è stata istituzionalizzata stabilmente quale festa nazionale:

Da allora, annualmente in tutte le città italiane – specialmente in quelle decorate al valor militare per la guerra di liberazione – vengono organizzate manifestazioni pubbliche in memoria dell’evento. Tra gli eventi del programma della festa c’è il solenne omaggio, da parte del Presidente della Repubblica Italiana e delle massime cariche dello Stato, al sacello del Milite Ignoto con la deposizione di una corona d’alloro in ricordo ai caduti e ai dispersi italiani nelle guerre.