Crea sito

15 Gennaio a Viagrande: Festa in onore di San Mauro Abate

Reading Time: 2 minutes

Piccolo paese etneo di origini antiche,Viagrande in questi giorni ha dato il via ai festeggiamenti in onore del suo patrono San Mauro Abate. Il suo culto, venne introdotto nella città dai monaci benedettini. Figlio di Eutichio un nobile romano, Mauro era ancora un ragazzo quando venne affidato dal padre alle cure di San Benedetto, il quale a Subiaco aveva iniziato la sua organizzazione della vita monastica. Un altro patrizio Tartullo, offrì a sua volta il figlioletto Placido, e i due giovani furono fin da principio carissimi a Benedetto per la loro bontà. Mauro il maggiore dei due per età, diventò ben presto il suo fidato collaboratore. Preghiera e lavoro accompagnarono tutta la vita di Mauro, e proprio grazie alla preghiera, racconta San Gregorio Magno, che Mauro riuscì a vedere un demonio tirare per l’abito un monaco e grazie a un intervento provvidenziale, Mauro riuscì a liberare il confratello. Ma l’episodio che lo rese celebre nella storia dell’ascetica cristiana e religiosa è quello della sua miracolosa obbedienza. Si narra infatti che un giorno Placido cadde in un lago vicino al convento, Benedetto, avendo visto ciò che stava accadendo in una visione, esortò Mauro a correre in aiuto del giovane compagno, che salvò camminando sulle acque. Nel 543 venne inviato in Francia a fondare monasteri. Governò molti anni il convento fondato da lui e nel 582 si ritirò in clausura, dove morì due anni dopo.

In breve vi presentiamo il programma della festa, che si svolgerà principalmente nei giorni 14-15 Gennaio:

Martedì 14 gennaio 2020

Vigilia della festa: alle ore 20:45 si assisterà alla cosiddetta entrata dei giovani cantanti dei quartieri “S. Caterina” e “Scalatelli”. Esecuzione delle “antiche cantate” dei due quartieri.

Accensione dei fuochi d’artificio eseguiti:

Per il quartiere “Scalatelli” dalla premiata ditta pirotecnica “FireSud” di Pappalardo Orazio e Alfio – Zafferana Etnea (CT).

Per il quartiere “S. Caterina” dalla premiata ditta pirotecnica “Russo Fireworks” di Giovanni Russo – Palermo. Questo è il momento più folkloristico della festa. I cittadini, si dividono in occasione della serata per una sana competizione, in due fazioni: quello di S. Caterina, che comprende la parte del paese confinante con Aci Bonaccorsi e Lavina, e quello di Scalatelli, che invece comprende la piazza e l’omonimo quartiere. I due partiti fanno così a gara a chi offre il miglior spettacolo pirotecnico.

Mercoledì 15 gennaio 2020

Solennità di San Mauro: alle ore 10:30 vi sarà la solenne svelata del simulacro del santo patrono, e la traslazione sull’altare maggiore. Si proseguirà con la  Santa Messa presieduta da Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Paolo Urso, Vescovo emerito di Ragusa.

Mentre alle ore 13:00, ci sarà la trionfale uscita del Santo patrono, e giro per le vie cittadine accompagnato dai fedeli devoti e dai corpi bandistici “Etna Ensamble” di Trecastagni e “MusikEtna” di S. Alfio.

In serata alle 21:30 in P. Umberto, all’arrivo del fercolo omaggio a San Mauro da parte del Partito Scalatelli con la presenza dei “Tamburi Imperiali di Comiso” e con la spettacolare Calata dell’Angelo. In pratica un angelo in legno viene fatto scendere da un baldacchino, posto ad un altezza superiore a quella del fercolo, portando in mano fiori e banconote, donandole al Santo. Infine l’entrata del Santo, è prevista per le 23:00 con l’accensione di fuochi artificiali.

I festeggiamenti continueranno fino al 22 gennaio, giornata conclusiva dei festeggiamenti.